Il Tancia, la Sabina e il poeta Orazio. Un’escursione epicurea.

sabato 2 aprile 2016

natura

Nel percorso che ci porterà sul Monte Tancia, vetta più alta dei Monti Sabini, avremo modo di vedere panorami amati dal grande poeta latino Quinto Orazio Flacco, meglio conosciuto come Orazio. Sentiremo dalle sue parole descrizioni della vita e dei sentimenti di altre epoche e avremo modo di confrontarli con le nostre vite.

APPUNTAMENTO: sabato 2 aprile – ore 9:30al bivio a destra per Poggio Catino, lungo la SP Finocchieto, 4 km circa dopo aver oltrepassato il paese di Poggio Mirteto (RI), da lì si riprenderanno le auto per arrivare all’Osteria del Tancia.

COME ARRIVARE: Da Roma: prendere l’autostrada A1 ed uscire al casello di Fiano Romano. Prendere la superstrada in direzione Rieti. Al termine di questa, al semaforo (Passo Corese) girare a sinistra in direzione Poggio Mirteto, Poggio Catino sulla SS Ternana. Arrivati nel paese di Poggio Mirteto proseguire per ca. 4 km lungo la SP 46 Finocchieto fino ad incontrare il bivio per Poggio Catino sulla destra. C’è un grande cartello con la scritta Benvenuti a Poggio Catino ed una piccola  area di parcheggio sulla sinistra.

PERCORSO: ad anello. Costeggia in direzione nord il versante est del monte Tancia (1.292 m s.l.m.) ascendendo lentamente tra i pascoli che si alternano al bosco misto appenninico. Arrivati alla sella Pacegna attraverseremo una suggestiva faggeta che si apre nella radura di Valle Gemini. Dopo esserci rifocillati, riprendiamo il cammino in direzione sud sul crinale del Tancia. Dalla posizione dominante e durante tutto l’anello sarà possibile osservare panorami mozzafiato sui monti Terminillo e Soratte, e sulla catena del Gran Sasso e il massiccio della Majella, se il cielo è terso. Ma altrettanto interessanti sono i panorami dei paesi e delle campagne circostanti, testimoni di un’operosità e di una continuità abitativa che affonda le radici nella notte dei tempi. Tutti questi aspetti sono magnificamente descritti dal poeta Orazio che, attraverso la lettura dei suoi brani, ci farà da guida durante tutto il percorso.

Lunghezza: circa 9 km.

Durata: intera giornata, circa 4 ore di cammino, lunga pausa centrale con pranzo al sacco nella Valle Gemini.

Dislivello: circa 300 m in salita e 300 m in discesa.

DIFFICOLTA: E (Escursionistico).

COSTO5 soci. Tutte le quote sono comprensive di assicurazione personale. Per partecipare è necessario essere iscritti (10 € ordinario, 20 € sostenitore).

NUMERO MIN PARTECIPANTI: 6.

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO: adatto alla stagione, scarpe da trekking, cappello, pile o felpa, k-way, acqua, pranzo al sacco.

La guida: Marta Cappelli (sociologa, Guida Ambientale Escursionistica).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO LE ORE 12:00 DI GIOVEDI 31 MARZO (nome e cognome di ogni partecipante, email, cellulare).  COMPILA IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE!

Per partecipare è necessario compilare il modulo di iscrizione e versare la quota sociale per l’anno 2016.

Se non sei ancora socio Xèmina, COMPILA IL MODULO DI ISCRIZIONE ONLINE! Ci aiuterai così ad accelerare le pratiche per la copertura assicurativa.

In caso di condizioni avverse l’escursione verrà annullata o rimandata a data da destinarsi. Si consiglia pertanto di controllare l’email o le news sul nostro sito dopo le ore 18:00 del giorno precedente l’uscita per eventuali comunicazioni.

______________________________________________________________

PRENOTAZIONI e INFO:

Associazione Xèmina – emozioni in natura

Email: info.xemina@gmail.com

COMPILA IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE!

COMPILA IL MODULO DI ISCRIZIONE ONLINE!

Pubblicato il 22 marzo 2016, in Attività, Escursioni con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Commenti disabilitati su Il Tancia, la Sabina e il poeta Orazio. Un’escursione epicurea..

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: